Logo Forces Italiana

La Scorrettezza Politica dell'Onestà Intellettuale

INTERNATIONAL LIBERTY NEWS NETWORK

Diventa membro o dona ciò che puoi.

Forces Donations

FORCES ITALIANA è supportata dai contributi dei lettori

News |  Articolisti |  Locali |  Libreria |  Gateway Int. |  Multimedia Int. |  Libreria Int. |  Portale Scientifico Int. |  Vieni a trovarci anche in Facebook Vecchio Portale

08 Agosto 2020      Elenco completo delle News in Archivio News invia questa pagina ad un amico

News



Assurdità rampanti dei Politburò



1 Marzo 2009


Le assurdità del controllo di stato su ogni singola azione del cittadino assieme all’intolleranza assoluta del dissenso sui dogmi contemporanei sono messe in evidenza da questo breve colloquio tra Leo Facco (Movimento Libertario) e Gian Turci (FORCES),  registrato il 26 Febbraio 2009.


Nei sette minuti e mezzo di conversazione si parla di come il parlamento Europeo sia ormai nulla più che un Politburò sovietico truccato da democrazia. Basti pensare alla recente soppressione della Prima Conferenza sulla Proibizione (clicca qui e qui) perché smascherava, in modo scientifico e razionale, le truffe epidemiologiche su fumo e salute e quindi andava contro alle direttive e all’ideologia antifumo del Politburò. La rabbia più feroce gli antifumo l’hanno provata quando la conferenza è stata un successo lo stesso – infatti si sta già pensando a una seconda.

Ma certo tale fanatismo non è limitato al fumo.

Nella conversazione si parla della più recente manifestazione di intolleranza di ogni differenza sul dogma della “unificazione” europea al costo della distruzione di ogni sovranità nazionale e del livellamento di ogni differenza culturale. Come sappiamo Vaclav Klaus, presidente della repubblica Ceca, non è d’accordo sull’andamento totalitario del dogma europeo, ed è fortemente preoccupato sulla tolleranza zero di ogni discussione su tale dogma nel Parlamento, viste le enormi conseguenze su libertà e democrazia che lui conosce bene, essendo il suo Paese solo recentemente emerso dal totalitarismo comunista.

Ebbene, mentre Klaus pronunciava il discorso di apertura della sua presidenza di sei mesi della UE e parlava proprio di questo, gli ideologi europeisti hanno dimostrato che Klaus si preoccupava a ragione, perché si sono alzati e se ne sono andati dall’aula parlamentare (vedere il filmato nell'apposita sezione multimediale di FORCES International, i tre segmenti "Blame the BurEUcrats").

Il messaggio politico di questi ideologi totalitari è chiaro e inequivocabile: ciò che noi diciamo – sia esso concernente fumo, alcol o ideologia europeista -- non è aperto a discussioni: non vi ascolteremo e vi imporremo la nostra volontà con la forza bruta di leggi e sanzioni. Al di la dell’obbedienza cieca, ciò non lascia che un’opzione a chi dissente: usare la forza bruta per difendersi e continuare a fumare, bere – o a mantenere una sovranità nazionale!

Il colloquio tra Turci e Facco continua con un’altra manifestazione di totalitarismo abietto: la visita di psichiatri a quei parlamentari che denunciano la frode del riscaldamento globale antropogenico e poi termina con l’ennesima manifestazione di stupidità e di intrusione dello stato: in Inghilterra, chi possiede un cane grasso rischia 12 mesi di prigione e 20.000 sterline di multa (copia d’archivio). La “legge” stabilisce anche a quale ora e temperatura portare l’animale fuori e quante spazzolate bisogna dare giornalmente all’animale in funzione della lunghezza del pelo!...

Non sorridete a tale “curiosità divertente”, perché non è divertente affatto e non si tratta di una “eccentricità inglese”, che implica che il resto della tirannia è invece “giusta”. Né pensate che “in Italia ciò non succederà mai”: succederà, eccome. Quanti sono stati fessi abbastanza da credere che “il divieto di fumo non arriverà mai in Italia”? Ora che lo avete godetevelo pure e, da buoni servi senza coglioni, continuate pure a dire che “si sta meglio” invece di ribellarvi come dovreste se esistesse un briciolo di dignità personale. E’ vero che è più pratico (e sicuro!...) baciare il bastone invece che spezzarlo sulla testa di chi lo mena; ma comunque resta il fatto reale che la dignità è persa. Quando ciò succede, ecco che vi si dice anche quando portare il cane a pisciare. E non avete ancora visto niente, cari conigli; lo Stato Terapeutico ha appena cominciato!...





Link all'Articolo Originale »»



Printer FriendlyStampa questo articolo